Professori – Stefano Carrai

Icon CarraiStefano Carrai è nato a Firenze nel 1955. È professore ordinario di Letteratura Italiana presso l’Università degli Studi di Siena. Ha insegnato, a vario titolo, nelle Università di Trento, Leida, Ginevra e Nancy.

Si è occupato prevalentemente di studi medievali e rinascimentali, pubblicando vari contributi critici anche su poeti e scrittori moderni e contemporanei.

È tra i direttori delle riviste “Giornale storico della letteratura italiana” e “Filologia Italiana”, della collana “Biblioteca senese” dell’editore ETS di Pisa e della sezione “Classici italiani” della collana “Classici” dell’editore Carocci di Roma.

Dirige il Centro Studi Franco Fortini dell’Università di Siena.

Oltre a essere socio corrispondente dell’Istituto Veneto di Scienze, Lettere e Arti, è socio della Società Filologica Romana e del Centro Studi “Matteo Maria Boiardo” di Scandiano.

Le sue più famose pubblicazioni in ambito dantesco sono: Dante elegiaco. Una chiave di lettura per la ‘Vita nova’, Firenze, Olschki, 2006; Dante e l’antico. L’emulazione dei classici nella ‘Commedia’, Firenze, Edizioni del Galluzzo, 2012; Dante Alighieri, Vita nova, Milano, Rizzoli, 2009; La lirica toscana del Duecento. Cortesi, guittoniani, stilnovisti, Roma-Bari, Laterza, 1997; “Inferno” XV. In cammino con ser Brunetto, in «Lectura Dantis Bononiensis. III» (2014), pp. 29-40; La “Vita Nova” nel “Trattatello in laude di Dante”, in «Letture classensi. XLII. Fra biografia ed esegesi: crocevia danteschi in Boccaccio e dintorni» (2014), pp. 105-117; L’Italia (letteraria) di Dante, in «Le conversazioni di Dante 2021» (2012), pp. 51-53; Attraversando le prime bolge. “Inferno” XVIII, in «L’Alighieri. Rassegna dantesca», 52, n.s., XXXVII (2011), pp. 97-110.