Professori – Franco Loi

loi2005

Franco Loi

Nato a Genova nel 1930 da una famiglia sarda, Franco Loi si trasferisce nel 1937 a Milano, dove tuttora vive e lavora. Dopo aver fatto il ceramista e l’operaio ed essersi diplomato in ingegneria, viene assunto nel 1960 presso l’Ufficio Stampa della casa editrice Mondadori, iniziando così una collaborazione che durerà più di vent’anni. Verso la fine degli anni ‘80, affermatosi ormai come poeta dialettale soprattutto grazie alla raccolta I cart (Edizioni 32, Milano 1973), inizia a scrivere come critico letterario sul supplemento culturale de Il sole 24 ore. Dal 1974 ha pubblicato, oltre ad importanti saggi su Noventa, Rebora, Dante, una ventina di raccolte poetiche, tra cui: Poesie d’amore (Il ponte, Firenze, 1974), Strolegh (Einaudi, 1975), Teater (Einaudi 1978), L’angel, (San Marco dei Giustiniani, Genova 1981), Lünn (Il Ponte, Firenze 1982), Bach (Scheiwiller, Milano 1986), Liber (Garzanti, Milano 1988), Memoria (Boetti & C., Mondovì 1991), Umber (Piero Manni, Lecce 1992), L’angel, (Mondatori, Milano 1994), Arbur (Moretti & Vitali, Bergamo 1994), Verna (Empiria, Roma 1997), Album di famiglia (Lietocollelibri, Falloppio1998), Amur del temp (Crocetti Editore, Milano 1999), Isman (Einaudi 2002).